riqualificazione del waterfront urbano


Porticciolo di Sant’Erasmo, Palermo

progetto: Provenzano Architetti Associati

materiale: frangisole in Itauba, decking in Ipè posato con viti a vista

promotore: OM Palermo

progetto impianti, strutture e DL: ing. Enrico Petralia

autorità di sistema portuale del mare di Sicilia occidentale: Rup. Ing. Salvatore Acquista

impresa esecutrice: Ingegneria Costruzioni Colombrita

foto: Serena Eller Vainicher

elementi progettati in una logica di apertura verso il mare

Secondo lo Studio Provenzano Architetti Associati, che ha curato la progettazione, “il progetto di Riqualificazione del porticciolo di Sant’Erasmo persegue la logica, da tempo avviata dall’Autorità di sistema portuale di Palermo, di riattribuire qualità allo spazio pubblico e al waterfront urbano. In questa logica il Presidente Pasqualino Monti, ha fermamente voluto questo intervento ultimato nell’Ottobre del 2019.

L’intervento si connota essenzialmente come un intervento a volume zero. La poca volumetria realizzata, si sostituisce, riducendone l’impatto, a quella originariamente presente e demolita.

Il porto di Sant’Erasmo è pensato come un porto di città, luogo aperto alla fruizione della collettività e di funzioni connesse al loisire urbano. Tutti gli elementi del progetto sono stati pensati in una logica di apertura verso il mare. Un chiosco, un ristorante lounge bar e un piccolo edificio destinato ad attività culturali, definiscono l’offerta funzionale.”

collegamento tra centro storico e periferia

Continua l’arch. Provenzano: “l’intervento persegue la massima semplificazione delle forme architettoniche e la riduzione dei materiali adoperati limitandoli tra quelli tipici della tradizione locale: intonaco, pietra di billiemi e legno.

L’intervento di riqualificazione del porticciolo è stato immaginato come un grande dispositivo di collegamento della città e del suo centro storico verso la grande periferia della città che merita interventi volti alla rigenerazione urbana e della costa.”